Il parlamento e le vere urgenze

Lettera a l’Avvenire del 3 settembre 2013

Caro direttore,
sono un volontario di un centro di aiuto alla vita e svolgo la mia attività da oltre un decennio a circa 180 km da casa mia, prevalentemente nella striscia di terra tra Napoli  e Caserta, diventata tristemente famosa come la “Terra dei fuochi” tossici. E più che al giornale voglio scrivere ai nostri parlamentari, i quali non solo non pensano a trovare soluzioni ai  “veri problemi della gente vera del nostro Paese”, come di  recente lei ha scritto su Avvenire, ma  si stanno impegnando con un’urgenza degna di miglior causa a varare la legge sull’omofobia, che non ha nessun altro scopo se non quello neomalthusiano di imporre con la forza delle leggi lo sdoganamento dell’omosessualità e l’accettazione dell’ideologia del gender al fine di poter controllare e limitare la crescita demografica.
Ecco io ora vorrei porre davanti ai loro occhi e alla loro attenzione delle urgenze,  queste sì reali. Mi riferisco non solo ai tanti ammalati di cancro dall’inquinamento da rifiuti industriali e ai roghi tossici della “Terra dei fuochi”, che continuano, e rendono in alcuni giorni l’aria davvero irrespirabile e forse nessuno come il sottoscritto che vive nel Parco Nazionale del Cilento se ne può accorgere, ma anche all’estrema indigenza di vasti strati della popolazione con tantissime famiglie ridotte sul lastrico dalla crisi economica (creata ad arte con i mutui subprime dagli iper capitalisti neomalthusiani…) e che si dividono, perché non possono pagare l’affitto di casa ed i coniugi tornano ciascuno dai rispettivi genitori, pure in difficoltà, separando pure i figli. E non solo le famiglie sono alla fame, ma anche la chiesa locale, che svolge un importantissimo ruolo di ammortizzatore sociale è allo stremo, come  ha fatto sapere qualche settimana fa il card. Sepe, arcivescpovo di Napoli.  Si chiedano fino a che punto possono approfittare della pazienza della gente! E’ vero che la pazienza è l’oro di Napoli, come disse uno scrittore, però anch’essa ha un limite. Farebbero molto meglio a pensare a chi sta morendo di tumore e alle famiglie che fanno la fame, piuttosto che a varare leggi esiziali, miranti a dissanguare la già troppo vecchia cara nostra Italia.
Aggiungo che anche tanti Centri di  aiuto alla vita sono allo stremo e non si sa proprio come fare ad aiutare le tante mamme già tentate di abortire per difficoltà economiche e che hanno portato avanti la gravidanza grazie anche alla speranza di poter usufruire dell’aiuto di 160 euro al mese per 18 mesi garantito dal Progetto Gemma. Per questo lancio un appello ai lettori di Avvenire, affinché sottoscrivano un Progetto Gemma, chiamando la Fondazione Vita Nova di Milano, tel.  02 48702890   – 02 56805515   o scrivendo a gemma@fondazionevitanova.it       http://www.fondazionevitanova.it/

 

 

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

5 PER MILLE al Centro di aiuto alla vita 93006620657

Almeno le briciole per le vita contro i miliardi dei più ricchi del mondo usati per distruggerla

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

NOTTE 11- 12 FEBBRAIO 2009 – FESTEGGIAMENTI PER LA MORTE DI ELUANA, OFFERTA IN LIBAGIONE SULL’ALTARE MASSONICO DEL DARWINISMO SOCIALE

Da l’Avvvenire del 13 febbraio 2009
Un ricco catering nella sua villa seicentesca, quella dove nonni, genitori e poi i figli hanno studiato da avvocati, camerieri in guanti bianchi, i migliori vini friuliani: Eluana attendeva ancora sepoltura l’altro ieri sera, quando nelle campagne fuori Udine l’avvocato Campeis – il legale udinese di Peppino Englaro – ha imbandito la sua tavola per i giornalisti. “So già che mi mancherete molto; con questa cena vi voglio ringraziare per la vicinanza e la collaborazione [condizionamento mentale con Riotta, falsità e menzogne con Marinella Chirico, travisamenti fraudolenti di Concita De Gregorio ecc…]che ci avete dato…..”. C’erano già quasi tutti i colleghi della carta stampata, accolti con raffinatezza nel lusso di Villa Campeis. C’era finalmente Renzulli, figura storica del [nazional]socialismo friulano, dicono il protagonista occulto dell’intera vicenda. In alto i calici: impresa giunta a buon fine. La festa è andata avanti fin quasi all’alba, poi tutti a letto, sazi, ma qualcuno anche turbato: “Ci siamo andati, racconta il collega di un grande quotidiano – : effettivamente era qualcosa di surreale”. Al mattino [12 febbraio 2009, secondo centenario della nascita di Darwin], viso stanco e occhiaie per tutti: bisogna correre a Paluzza, ieri si seppelliva Eluana [“peso morto di rifuto umano”, “palla di piombo al piede del progresso della società”!]
[Perciò la festa! e che festa per i massoni!? Mai c’è stato e mai più ci sarà un Darwin Day più esaltante del 12 febbraio 2009- L’uomo desacralizzato, ridotto solo ad un animale, non più immagine e somiglianza di Dio, di valore infinito, per il quale Cristo ha versato il suo Preziosissimo Sangue sul patibolo della Croce] M.P.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Ma siamo già all’omosfemia?

In Scozia il bambino che chiama “papà” il papà offende i gay. Da oggi in avanti deve imparare a chiamarlo partner

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

14 febbraio 2011 – San Valentino – Festa degli Innamorati

Tg1 ore 20 – San Valentino nel mondo – S’incomincia dalla Tailandia con una coppia di giovani che si baciano per 24 ore, minuto più, minuto meno, ma alla Tailandia, si sa, nell’immaginario collettivo si associa il turismo sessuale, per cui il bacio tra due innamorati è roba squallida da terzo mondo. Poi si continua, adesso non ricordo, con quali altri Paesi sempre più evoluti, per approdare, dulcis in fundo,  alla “civile” Inghilterra: ” ….sì, ma gli inglesi preferiscono gli animali!!!!!”

Cosa hanno voluto dirci o meglio inculcarci con con questo condizionamento mentale i massoni della Rai, che guardano sempre all’Inghilterra, e almeno una volta al giorno nei Tg trovano il pretesto per parlare di  essa? Forse ci hanno voluto mettere in testa che provare amore per un animale, un cane, un gatto, è civile, moderno, mentre l’amore per e tra un uomo e una donna è roba da terzo mondo?  Che noi Italiani saremmo degl’incivili (Tailandesi) fino a quando non amiamo un gattino, un cagnolino, un coniglietto, un porcellino, un rospino più di un uomo o di una donna, come fanno gli Inglesi, quelli sì civili?.  Ma se l’uomo è addirittura inferiore agli animali, perché avere da ridire allora se si fanno fuori i vecchi decrepiti, gli ammalati terminali, le Terry Schiavo, le Eluana Englaro? Forse che non facciamo lo stesso con un  volatile con la peste aviaria? Mica siamo così arretrati da considerare l’uomo superiore ad un animale, quando i “civili” Inglesi lo considerano inferiore ad esso?

A proposito d’inferiorità, c’è stato un certo Adolph Hitler, che già considerava gli uomini inferiori agli animali, non per nulla proibì la vivisezione sugli animali, mentre approvò  quella sugli Ebrei. Vuoi vedere che in Rai ci sia qualche Furher redivivo, intenzionato a condurre gli Italiani verso la civiltà…dell’eutanasia dei bambini handicappati, dei mutilati, dei matti, dei lager, della Shoah?

Pubblicato in Articoli | Lascia un commento

Perché la tripla A della Moody’s ai mutui subprime?

Per “creare e gestire crisi economiche mondiali” di Aurelio Peccei del Club di Roma, per far boccheggiare l’umanità nella “depressione cronica” di  Frederick S. Jaffe. Ma da un neomalthusiano come Warren Buffett che controlla Moody’s cosa potevamo aspettarci di meglio della tripla A a titoli tossici? Perché se erano da tripla A, lui non se l’è comprati?

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

DA CHI E’ PAGATO SAVIANO? ACHILLE DELLA RAGIONE FU PAGATO DAGLI AGNELLI PER FAR LEGALIZZARE L’ABORTO. SAVIANO DA CHI E’ PAGATO PER DARE LA DOLCE MORTE DI HITLER?

Il mostro della Ragione Achille fece leva sull’avidità e sull’invidia per i suoi miliardi per far legalizzare l’aborto: si vantò il 28 aprile del 1978 su La Stampa degli Agnelli con una “incauta dichiarazione” di aver guadagnato mille milioni praticando aborti, di aver fatto 14.000 aborti in due anni, di fare 40/50 ed anche 60 aborti al giorno, di essere “il primatista degli aborti!”!!!!!!

Il messaggio che gli fu fatto  lanciare ai senatori  e all’opinione pubblica con la sua “incauta dichiarazione” fu:  “O voi tutti che tirate la cinghia e puzzate di fame al contrario di me che sguazzo nelle ricchezze e che per di più ho in mente di guadagnare un altro miliardo, legalizzate l’aborto ed io “il pescecane” non mi ingrasso, non mi arricchisco piu’!”

A questo criminale di Saviano, cinico Killer al servizio pure lui della “Piovra massonica e noemalthusiana”, di cui fanno parte gli Agnelli,   gli è stato fatto lanciare lo stesso messaggio del mostro della Ragione, basato sull’invidia: Legalizzate l’eutanasia e i medici non si arricchiscono più con le tangenti, con i vostri soldi negli ospedali per uccidere i  vostri parenti!

Roba da manicomio criminale!

Pubblicato in Articoli | Lascia un commento

Fabio Falso

Englaro in tv da Fazio, recita a senso unico

DI LUCIA BELLASPIGA

Un copione, sempre lo stesso, mandato a memoria e riproposto senza alcuna variante: sono gli ‘elenchi’ di definizioni relative alla povera Eluana Englaro letti ieri sera in tandem da Fabio Fazio e Beppino Englaro su Rai 3 a ‘Vieni via con me’. Tanta attesa, poi nulla di nuovo sotto il sole: Eluana aveva scelto di morire, Eluana lo aveva espresso molte volte quando era una ragazzina piena di vita perche’ era consapevole e informata, Eluana che ha parlato per la bocca di suo padre… Englaro in questi quasi due anni dalla morte della figlia non ha mai risposto a chi gli faceva notare le incongruenze, non ha mai fatto chiarezza sulle tante falsita’ uscite sui giornali, e non lo ha fatto neanche ieri. Ha solo confermato ‘il desiderio di libertà’ di Eluana rispetto a ‘quello che lei avvertiva come violenza’ (cosi’ Englaro ha sempre definito l’amore con cui le suore Misericordine l’hanno assistita per 15 anni, ricevendola proprio dalle mani di quel padre che di loro dira’ ‘me l’hanno violentata’). Ha sostenuto che Eluana gia’ da ragazzina aveva messo in conto tutto e dichiarato di non voler vivere in quelle condizioni di disabilita’ (‘conosceva nello specifico la condizione che la sorte le ha poi riservato’). Aveva le idee ‘molto chiare’ anche su cos’e’ davvero la coscienza di uno stato vegetativo e ‘mai avrebbe tollerato la continua profanazione del suo corpo’, che non e’ quanto le han fatto a Udine nei giorni dell’atroce agonia ma a Lecco, negli anni di una dignitosa vita da disabile, senza sofferenze e non sapremo mai con quale grado di coscienza. Infine i principi di diritto che sarebbero sanciti dalla Cassazione con la vicenda di Eluana: ‘Il rifiuto di terapie fino ad arrivare alla morte non puo’ incontrare un limite, e non puo’ essere confuso con l’eutanasia’. Parola che Englaro in questi due anni dalla morte della figlia ha piu’ volte definito ‘esecrabile’, altre volte un ‘segno di civiltà’ auspicabile anche in Italia. Meno ipocrisie nelle parole di Mina Welby, moglie di Piergiorgio, morto nel 2006 dopo il distacco dal respiratore: ‘C’e’ molto da fare. C’e’ la lotta per l’eutanasia con i radicali’, ha letto dalle ultime parole del marito. Accanto a entrambi un Fazio semicommosso, le sue mani sulle loro spalle. Mai una sola volta tra i suoi invitati uno dei 3.000 genitori delle altre Eluane, quelli che le curano nelle loro case, senza chiedere che di essere aiutati. E sul fine vita si e’ espresso anche un altro invitato di Fazio, il segretario del Pd Pierluigi Bersani: ‘Se devo morire attaccato per mesi a mille tubi, non puo’ deciderlo il Parlamento’.

Avvenire 16-11-2010 pag. 11

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La trappola del Travelsex della SIGO-IPPF per la Meloni e i giovani

On. Giorgia Meloni

e p.c   al Governo Italiano

”  al Consiglio Direttivo SIGO

Con il Travelsex si vuole proprio l’opposto di quello che ufficialmente ci si propone! “Ricerche condotte negli Stati Uniti evidenziano il fatto che più programmi contraccettivi sono diretti a giovani, più gravidanze, aborti, promiscuità, malattie veneree e cancro della cervice ne risultano” (Sex Education for Bureaucrats », The Scotsman, June 29, 1981). Anche Malcom Potts, già direttore dell’IPPF londinese, alla Conferenza di Dacca sulla Popolazione del 1969, affermò, come appunto è stato: “Man mano che la gente si volgerà alla contraccezione su vasta scala, vi sarà un aumento, e non una diminuzione, degli aborti!” …e di malattie veneree, sterilità, cancro dell’utero, come appunto avviene!

Voglio concederLe, sig. Ministro, l’attenuante di essersi fatta ingannare dalla SIGO, un’associazione di neomalthusiani, come il dott. Potts! Il suo tesoriere, infatti, il dott. Emilio Arisi, è il presidente dell’IPPF (Federazione Internazionale per la Pianificazione Familiare, fondata dalla famigerata Margaret Sanger) Italia. Si legga poi l’appello della SIGO, il 24 giugno u.s. (veda http://www.sigo.it/Articoli.asp?Tipo=ComunicatoStampa&ID=604) al presidente Berlusconi e al ministro Frattini, che leggono per conoscenza, in partenza per il G20 del Canada per chiedere di finanziare “la pianificazione familiare”, cioè, “la contraccezione, la sterilizzazione e l’aborto”.

Non credo che Le convenga e sopratutto non penso che giovi ai giovani, di cui è ministro, – non come, almeno lo spero, fu la Bindi(co) della Famiglia! – ingrassare il mercato della contraccezione, al solo scopo di farli poi piangere. Forse sarebbe il caso di chiedersi se davvero fa bene ad illudere e a ingannare i nostri giovani, dicendo loro: “in viaggio e se a rischio di aborti e di malattie veneree, potete avere tranquillamente rapporti sessuali occasionali, se protetti dalle pillole e dai preservativi del ministro della gioventù!”!?

Vorrei vedere se un domani ad un suo figlio o ad una sua figlia direbbe la stessa cosa, che ora insegna ai nostri ragazzi: “unisciti con chiunque ti capita a tiro, anche se pensi possa avere la sifilide o peggio l’AIDS, purché usi il profilattico!”? Tolga il patrocinio all’IPPF e se un domani Le chiederanno ancora qualcosa, si accerti prima che non ci sia il trucco, perché potrebbe trovarsi ad essere lodata insieme ad essa dalla Cina per il finanziamento di sterilizzazioni e di aborti forzati. Buone vacanze, senza il Travelsex dell’IPPF,

M.R.

Pubblicato in Articoli | Contrassegnato , , , | 1 commento

DI.CO IN SPAGNOLO

Raro, solapado, infame artilugio que ha sido puesto a punto por lo psiquiatras, demόgrafos, sociόlogos , economistas , entomologos por cuenta de los neomalthusianos a fin de:

_ adulterar y disolver la familia, por que en si misma se generan los hijos.

_ quitar los padres a los niňos y los niňos a los padres “culpables” por el hecho de                 educarles y ser ,por lo tanto, un baluarte contra el relativismo ético.

_ dejar a las mujeres y los hombres solos , sin puntos de referenzia ,en un estrado confusional, desesperados, titéres a la merced del poder político-econόmico-mediatico neomalthusiano.

_ “normalizar” y exaltar la homosexualidad para atraer y atrapar en si misma “los jovenes aspirantes reproductores” de la especie humana a fin de esterilizarlos.

La cabeza del pulpo representa “los más ricos entre los ricos” con las variadas fundaciones: Rockefeller, Ford, Packard, Population Council , IPPF, Turner CNN, y otras como: Soros, en más agencias  ONU ( UNFPA) , OMS, Banco Mundial ,FMI, CLUB de Roma ,etc.

El cuello es la “dictadura del relativismo” es decir el arma que usan para realizar el control demográfico y subyugar el mundo.

El cuerpo del pulpo representa el control demográfico.

Los tentáculos las lineas directrices de lucha a la vida y son las siguentes:

●Planificaciόn familiar ,es decir contracepciόn, esterilizaciόn , aborto:

●Destrucciόn de la instituciόn familiar.

●Difusiόn de la homosexualidad.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento