AGROPOLI [SA], SI INCATENA AI BINARI PER “SALVARE” LA VITA AD ELUANA

In favore di Eluana si è movimentato anche Mario Romanelli, che si è incatenato nel pomeriggio di ieri al bimario 2 della stazione di Agropoli, con un cartello[bianco] sul quale campeggiava la frase “DEMENTE NON TOCCHI ELUANA” [demente in nero, non tocchi in rosso ed Eluana in Bleu]. Con questo gesto Romanelli intendeva attirare su di sé l’attenzione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per ottenere la firma del decreto che impedisse la morte della ragazza. Romanelli è stato liberato dalle catene, è stato accusato di resistenza a pubblico ufficiale [procurato allarme e interruzione pubblico servizio]. Per questo motivo è stato arrestato dai carabineiri [era la polizia ferroviaria- Ho il braccio sinistro gonfio ed un formicolio nelle dita. Nella frase che segue la giornalista ha preso un abbaglio.] “Secondo il mio parere Eluana viene fatta fuori su intenzione del padre” ha dichiarato Romanelli, che ha dichiarato di aver ricevuto una lettera dal deputato Marco Cappato, una lettera piena d’insulti. [La lettera
in questione è stata scritta da Cappato a Crisap(f)ulli, come risposta ad una lettera di quest’ultimo scritta a Pebbino Englaro, in cui chiedeva di rispiarmare la vita alla figlia, una volta ottenuto lo scopo del Testamento Biologico]. “I radicali sono determinatissimi, e per portare a compimento le loro idee rivoluzionarie sono disposti anche a passare sulla vita di una giovane donna. Secondo loro Eluana è un peso morto per la società, un essere non utile, proprio come pensava Hitler più di 60 anni fa”.

VALERIO LAI
Il Commento di Mario Romanelli

“I radicali sono al soldo dei neomalthusiani, cioè dei “padroni del vapori” Rockefeller, Ford, Soros, che sono anche massoni. Eluana rappresenta il raggiungimento di una “posizione strategica” (cfr. Aurelio Peccei, fondatore del Club di Roma) al fine di giungere alla eliminazione dei “pesi morti dei rifiuti umani” (Margaret Sanger), “i socialmente improduttivi” di Hitler, copiati da loro. Non se lasceranno mai strappare dalle mani, a tutti i costi, tranne quello a costo della loro la vita, del loro tornaconto ecc.
Forse sarebbe il caso di pensare a qualche forma di protesta, magari non come la mia, una civile, ma che comporti un pò di disagi, al fine di far comprendere ai massoni, a Veltroni e a Napolitazano, che non è il caso di giungere all’estremo su Eluana e di rischiare il loro potere ed il loro tornaconto.

Mario Romanelli

Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *